Dissertazioni criminologiche nell’Italia pre e post unitaria

Dissertazioni criminologiche nell’Italia pre e post unitaria

Dissertazioni criminologiche nell’Italia pre e post unitaria

Per chiunque fosse interessato a fare un viaggio criminologico dalla Sicilia fino al Nord Italia, nel 1800, per approfondire le teorie  che da lì a poco diverranno le moderne basi delle scienze criminali.

Il Prof.Lusa Vincenzo e la D.ssa Beatrice Pecora esporranno le teorie di Napoleone Colajanni e  Benigno Di Tullio.

Appare oggi consolidata, nelle Scienze Forensi e più in generale nel panorama giurisprudenziale italiano, la tesi volta ad affermare che un certo grado di determinismo biologico possa comunque trovare spazio nelle aule di giustizia della Repubblica. Se quanto descritto si sta verificando, ebbene è ciò è dovuto agli sforzi di alcuni grandi pensatori italiani che si sono rivolti allo studio del soggetto criminale. E’ un viaggio criminologico compiuto attraverso l’Italia, quello che si presenta al lettore, il quale potrà apprezzare le diverse sfaccettature che il pensiero scientifico appartenente al passato delle Scienze criminologiche oggi assume nell’attuale processo penale e la sua indubbia utilità ai fini processuali. Al contempo, gli autori non disattendono l’interesse che i grandi temi di matrice giuspenalistica, nati dalle concezioni degli scienziati nel volume esaminati, oggi rivestono all’interno sia del codice penale nonché di procedura come la grande nomenclature dei criminali che il Benigno Di Tullio stilò e che ancora oggi si rivela utile in processo; ed infine se sia possibile prevedere il crimine prima che si verifichi.

Compra subito http://www.keyeditore.it/libri/dissertazioni-criminologiche-nellitalia-pre-e-post-unitaria/